Costruirsi un futuro con i corsi gratuiti di Garanzia Giovani © Foto di Carmelo Battiato

Costruirsi un futuro con i corsi gratuiti di Garanzia Giovani In evidenza

Ci siamo occupati in precedenza dei corsi previsti all’interno del programma Garanzia Giovani in Regione Puglia. In quel caso, si trattava di percorsi afferenti alla cosiddetta misura 2-B, rivolti cioè a 15-18enni drop-out affinché fosse favorito il loro rientro nei circuiti di istruzione e formazione professionale. Ma esiste anche la misura 2-A (per un riepilogo dell’impianto multimisura pugliese clicca qui) che consiste nella “Formazione mirata all’inserimento lavorativo”.

Per partecipare ai corsi proposti nel quadro di questa misura bisogna anzitutto avere i requisiti ed essere iscritti al programma, requisiti che sono: età compresa tra i 15 e i 29 anni; disoccupazione; nessuna iscrizione ad attività scolastiche, formative o universitarie.

A livello nazionale, la percentuale di iscritti sia ai percorsi di istruzione e formazione professionale sia a quelli di formazione mirata all’inserimento lavorativo sono una minoranza. In base al Rapporto Isfol pubblicato nel maggio 2016 si tratta, rispettivamente, del 4,3% e del 6,8%, a fronte di un robusto 62,3% per i tirocini extracurriculari (si veda tabella sotto).

È comprensibile che molti ragazzi si siano (o siano stati) indirizzati verso una forma di rapporto con l’azienda che si avvicina a quella lavorativa, sebbene il tirocinio - è bene ribadirlo - rimanga uno strumento di natura squisitamente formativa. Ma sottovalutare i tantissimi corsi che, grazie a Garanzia Giovani, sono offerti in maniera totalmente gratuita, potrebbe diventare alla lunga un boomerang.

Nella società della conoscenza in cui viviamo, infatti, sono sempre più richieste competenze trasversali e specialistiche per la cui acquisizione è indispensabile investire tempo e denaro. Se così non fosse, le università sarebbero gratuite.
Ma facciamo un altro esempio. In Italia per diventare agente di commercio è previsto un corso obbligatorio abilitante il cui costo varia da Regione a Regione e da Provincia a Provincia. Così come per ottenere il cosiddetto “patentino” per il commercio e la somministrazione di alimenti e bevande, patentino che consente l’apertura e la gestione di un bar o di un’attività simile. Ebbene, Garanzia Giovani (sempre che i candidati abbiano i requisiti indicati sopra) permette di frequentare questi e moltissimi altri itinerari formativi senza dover sborsare un centesimo. Per questo è giunto il momento di approfittarne: per imparare e costruirsi un futuro con un bagaglio spendibile sul mercato del lavoro.

Per maggiori informazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Kleos Tv