Foto di gruppo degli allievi del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico Foto di gruppo degli allievi del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico

Formarsi in modo globale

Formarsi o integrare il proprio percorso formativo, in una visione più globale e attraverso esperienze in altre nazioni, attraverso il confronto con altre culture, ma non solo. L’istruzione come opportunità per unire popoli, nazioni e culture alla ricerca della pace e di un futuro sostenibile.

È quanto gli United World Colleges (UWC) presentano a Milano questo pomeriggio alle ore 18 nella sala Falck di Assolombarda con il nuovo bando di concorso destinato alle selezioni italiane per le borse di studio finalizzate all’iscrizione nei 17 Collegi del Mondo Unito. La presentazione è rivolta a tutti i ragazzi che frequentano il terzo anno delle scuole superiori desiderosi di fare un’esperienza di due anni in realtà accademiche presenti in tutto il mondo (dalla Cina allo Swaziland, dagli USA al cuore dell'Europa) a cui partecipano circa 9000 coetanei di oltre 150 paesi, e di questi circa il 6% con lo status di rifugiati, secondo i dati del 2013. 

La scadenza per inviare le candidature è fissata per il 5 dicembre 2016. Al momento sono disponibili circa 42 posti per studenti italiani. 
A presentare l’iniziativa Filippo de Robilant, presidente della Fondazione per i Collegi del Mondo Unito Stock Weinberg–Edward Sutcliffe ed Elia Stupka, presidente della Commissione Nazionale Italiana UWC; Viviana Pace, docente del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico onlus e Sumaya Abdel Qader, consigliera del PD a Palazzo Marino ed esponente del CAIM (Coordinamento Associazioni Islamiche di Milano, Monza e Brianza) con un intervento su educazione, diversità, convivenza di culture e autenticità culturale. Presenti anche studenti, ex studenti e genitori pronti a raccontare le loro esperienze e a rispondere alle domande del pubblico. 
L’ammissione ai collegi avviene esclusivamente  per merito sulla base del potenziale di ogni giovane candidato. Grazie ad una preparazione che affianca alla parte accademica il coinvolgimento in servizi di volontariato, attività creative e sportive, gli studenti conseguono il Diploma di Bacellierato Internazionale (IB) e hanno la possibilità di proseguire gli studi anche nelle più prestigiose università di tutto il mondo.
 
Programma educativo
Il Movimento UWC offre un programma educativo che orienta i giovani all’azione e al cambiamento, sviluppando collaborazioni che sono in grado di portare benefici agli studenti e alle comunità. A tale scopo riceve il sostegno di governi, fondazioni, filantropi, aziende, ex studenti e genitori. I fondi erogati da questi donatori coprono il sistema di borse di studio UWC. In Italia è presente il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico onlus di  Duino (Trieste), il primo a sorgere in un paese non anglofono, dove  ogni anno giungono 200 ragazzi provenienti da più di 80 paesi. In oltre 50 anni di attività il Movimento UWC ha creato una rete di 55 mila ex allievi.
 
Per maggiori dettagli sul bando di concorso, sulle modalità di selezione e sui criteri di valutazione clicca qui.

 

Kleos Tv